This website translation is under construction, for the full website please visit the English version.

Sedersi nella Brezza D’Autunno: lettera di Thay dal Monastero di “Blue Cliff” (USA), 2007

red-maple

Ottobre 12, 2007

Cara Famiglia Spirituale

Blue Cliff in autunno è molto bello. Le foreste sono adornate dalle foglie che crescono. Oggi, a partire dalle 11 del mattino, i partecipanti al ritiro, provenienti da ogni parte del mondo, verranno a seguire un ritiro dal tema “Sedersi nella Brezza D’Autunno”. Un gran numero di persone si sono iscritte, ma non abbiamo potuto accoglierle tutte, quindi abbiamo dovuto rifiutare molte persone. I nostri fratelli e sorelle monastici e gli amici laici si sentono molto male per questo, ma non c’è altro modo. Questo è il primo grande ritiro a Blue Cliff. Tutti vogliono venire a praticare con il Sangha e, allo stesso tempo, ” visitare” il nuovo monastero.

Il pomeriggio del 9 ottobre 2007, Time Magazine è venuto a intervistare Thầy sugli eventi che hanno avuto luogo in Birmania e sulla questione del riscaldamento globale. L’intervista sarà disponibile online. A proposito della Birmania, Thầy ha detto che i monaci birmani sono stati coraggiosi nell’alzarsi per mostrare al popolo la via dei diritti umani e della democrazia. Essi dimostrano di essere degni leader spirituali del paese. Un paese e una nazione non possono esistere senza una dimensione spirituale.

Una vita umana deve avere anche una dimensione spirituale. Senza una dimensione spirituale, non avremo la capacità di affrontare la sofferenza, di trasformare la sofferenza e di offrire qualcosa alla vita. Una persona senza un cammino spirituale è una persona che cammina nell’oscurità. Con un sentiero, non abbiamo più paura o preoccupazione. I monaci birmani hanno mostrato la via al loro paese e alla loro nazione. Anche se affrontano l’oppressione, l’imprigionamento e persino la morte, le loro menti sono in pace, perché sono stati in grado di fare ciò che hanno giurato di fare: fornire al loro paese e alla loro nazione una guida spirituale. Hanno adempiuto alla loro responsabilità.

burmese monks

Ogni volta che la gente di ogni classe sociale in Birmania penserà a questi monaci, si sentirà toccata: questa energia di amore e di fede che sarà la loro forza motivante, alimentando azioni che portano i diritti umani e la democrazia nel loro paese. Il mondo sta sostenendo la Birmania, così come il mondo ha sostenuto la lotta per i diritti umani e la libertà del popolo buddista e vietnamita negli anni ’60 sotto il regime di Ngo Dinh Diem. Non fu un solo praticante buddista che si alzò, ma tutti i praticanti buddisti si alzarono insieme nello stesso momento. Ora è la stessa cosa in Birmania. Non è un monaco che si è alzato, ma tutti i monaci si sono alzati. Questa è la vera autorità spirituale.

Thầy ha anche detto al Time Magazine: In tutto il mondo stiamo ancora aspettando che i leader spirituali degli Stati Uniti si alzino per offrire questa direzione spirituale, al fine di porre fine rapidamente alla sofferenza e alla perdita di vite in Iraq. I leader spirituali dovrebbero alzarsi simultaneamente con una voce chiara per aiutare a svegliare la gente e mostrare loro la via. Quando il popolo ha una visione chiara, e il popolo ha preso una decisione, allora il governo non ha altra scelta che seguirla. La guerra in Vietnam è finita grazie al risveglio del popolo americano di allora.

thich nhat hanh - sanghati ceremony

Il 6 ottobre 2007, quando abbiamo avuto una giornata di consapevolezza per 1.800 psicoterapeuti all’Università della California a Los Angeles, i monaci e le monache di Deer Park e Plum Village hanno indossato le loro vesti da cerimonia (Sanghati) dopo il discorso di Dharma, hanno cantato May the Day Be Well ed evocato il nome del Bodhisattva Avalokiteshvara per inviare energia ai monaci e ai praticanti laici in Birmania. Anche il governatore della California e sua moglie sono venuti ad assistere a quell’intera giornata di mindfulness. Prima di cantare, i monaci e le monache hanno dichiarato che le comunità di Plum Village e Deer Park volevano esprimere la nostra solidarietà con i praticanti monastici e laici in Birmania. In seguito, una mozione con due punti è stata letta ad alta voce al pubblico.

Il primo punto è che abbiamo proposto alle Nazioni Unite di inviare immediatamente in Birmania una missione di accertamento dei fatti composta da membri di diversi paesi, come quella che le Nazioni Unite inviarono in Vietnam nel settembre 1963. Il secondo punto è che chiediamo al Comitato Olimpico Internazionale di lavorare con la Cina, in modo che la Cina possa fare pressione sui capi dell’esercito birmano per portare la democrazia nel paese. Tutti i partecipanti alla conferenza di 3 giorni per gli psicoterapeuti a UCLA si sono alzati in quel momento per esprimere il loro sostegno a questa mozione, compreso il governatore della California. I giornalisti erano presenti. La sala della conferenza era assolutamente silenziosa, e generava una potente energia collettiva.

desert

A proposito del riscaldamento globale, Thầy ha raccontato al Time Magazine la storia della coppia che mangiò la carne del figlio – la storia raccontata dal Buddha nel Sutra della carne del figlio [Puttamamsa Sutta, SN 12.63, SA 373]. Questa coppia, con il loro bambino, in cerca di asilo, doveva attraversare il deserto. A causa di una mancanza di conoscenza geografica, finirono il cibo, mentre erano solo a metà strada attraverso il deserto.

Si resero conto che tutti e tre sarebbero morti nel deserto, e non avevano alcuna speranza di raggiungere il paese all’altro capo del deserto per chiedere asilo. Infine, presero la decisione di uccidere il loro piccolo figlio. Ogni giorno mangiavano un piccolo pezzo della sua carne, per avere abbastanza energia per andare avanti, e portavano il resto della carne del figlio sulle loro spalle, in modo che potesse continuare ad asciugarsi al sole. Ogni volta che finivano di mangiare un boccone della carne del figlio, la coppia si guardava e chiedeva: “Dov’è ora il nostro amato bambino?”. Dopo aver raccontato questa tragica storia, il Buddha guardò i monaci e chiese: “Pensate che questa coppia fosse felice di mangiare la carne del figlio?” “No, Onorevole Buddha La coppia ha sofferto quando ha dovuto mangiare la carne del figlio”, risposero i monaci. Il Buddha insegnò: “Cari amici, dobbiamo praticare il mangiare in modo tale da poter conservare la compassione nei nostri cuori. Dobbiamo mangiare con consapevolezza. Altrimenti, potremmo mangiare la carne dei nostri stessi figli”.

child starvation

L’UNESCO ha riferito che ogni giorno circa 40.000 bambini muoiono a causa della fame o della mancanza di nutrizione. Nel frattempo, il mais e il grano sono in gran parte coltivati per nutrire il bestiame (mucche, maiali, polli, ecc.) o per produrre alcolici. Più dell’80% del mais e più del 95% dell’avena prodotti negli Stati Uniti sono destinati all’alimentazione del bestiame. Il solo bestiame mondiale consuma una quantità di cibo equivalente al fabbisogno calorico di 8,7 miliardi di persone, più dell’intera popolazione umana sulla terra.

Mangiando carne e bevendo alcolici in modo consapevole, ci renderemo conto che stiamo mangiando la carne dei nostri stessi figli.

Nel 2005, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) ha iniziato una valutazione approfondita dei vari impatti significativi del settore zootecnico mondiale sull’ambiente. Il suo rapporto, intitolato “La lunga ombra del bestiame: problemi ambientali e opzioni”, è stato pubblicato il 29 novembre 2006. Henning Steinfeld, capo del “Livestock Information and Policy Branch” della FAO e responsabile del rapporto, nel riassunto esecutivo afferma che:

cow-wire

“Il settore dell’allevamento emerge come uno dei primi due o tre più significativi contributori ai più gravi problemi ambientali, su ogni scala, da quella locale a quella globale. I risultati di questo rapporto suggeriscono che dovrebbe essere una componente importante del dibattito quando si parla di degrado della terra, del cambiamento climatico, dell’inquinamento dell’aria, della scarsità d’acqua, dell’inquinamento idrico e della perdita di biodiversità. Il contributo del bestiame ai problemi ambientali è su una scala enorme e il suo contributo potenziale alla loro soluzione è altrettanto grande. L’impatto è così significativo che deve essere affrontato con urgenza”.H. Steinfeld, et al., “Livestock’s Long Shadow: Environmental Issues and Options,” Livestock, Environmental and Development (2006), page XX

Degrado della terra:
Attualmente, la produzione di bestiame occupa il 70% di tutta la terra agricola e il 30% della superficie del pianeta. Le foreste vengono abbattute per creare nuovi pascoli, ed è uno dei principali motori della deforestazione. Per esempio, in America Latina circa il 70% delle ex foreste dell’Amazzonia sono state destinate al pascolo.

rainforest-destruction

H. Steinfeld, et al., “Livestock’s Long Shadow: Environmental Issues and Options,” Livestock, Environmental and Development (2006), page XXIDa queste cifre, possiamo constatare che il commercio del bestiame ha distrutto centinaia di milioni di acri di foresta in tutto il mondo per far crescere i raccolti e creare pascoli per gli animali da allevamento. Inoltre, quando le foreste vengono distrutte, enormi quantità di anidride carbonica immagazzinata negli alberi vengono rilasciate nell’atmosfera.

Cambiamento Climatico:

Il settore dell’allevamento ha un forte impatto sull’atmosfera e sul clima. È responsabile del “18% delle emissioni di gas a effetto serra misurate in equivalente di biossido di carbonio, che è una quota superiore a quella dei trasporti”.Rearing Cattle Produces More Greenhouse Gases than Driving Cars, UN Report Warns,” UN News Centre, 29 Nov. 2006.Questo significa che l’allevamento di animali per il cibo genera più gas serra di tutte le auto e i camion del mondo messi insieme. Il settore dell’allevamento rappresenta il 9% delle emissioni antropogeniche di anidride carbonica. Emette anche il 37% del metano antropogenico, la maggior parte del quale deriva dalla fermentazione enterica dei ruminanti. Si tratta di una quantità enorme, perché ogni libbra di metano è ventitré volte più efficace del biossido di carbonio nell’intrappolare il calore nella nostra atmosfera (23 volte il potenziale di riscaldamento globale [GWP] del biossido di carbonio). Le industrie della carne, delle uova e dei latticini sono anche responsabili dell’emissione del 65% del protossido di azoto antropogenico, la maggior parte del quale proviene dal letame. Il protossido d’azoto è circa 300 volte più potente come gas di riscaldamento globale del biossido di carbonio (296 volte il GWP del biossido di carbonio). È anche responsabile di circa due terzi (64%) delle emissioni antropogeniche di ammoniaca, che contribuiscono in gran parte alle piogge acide e all’acidificazione dell’ecosistema. H. Steinfeld, et al., “Livestock’s Long Shadow: Environmental Issues and Options,” Livestock, Environmental and Development (2006), page XXI

dairy-cows-feed

Carenza d’acqua e inquinamento dell’acqua:

Più della metà di tutta l’acqua consumata negli Stati Uniti è usata per allevare animali da mangiare. Ci vogliono 2.500 galloni di acqua per produrre una libbra di carne. Nel contempo, ci vogliono solo 25 galloni d’acqua per produrre una libbra di grano. Il bestiame negli Stati Uniti produce un’enorme quantità di escrementi animali, 130 volte più degli escrementi umani; ogni secondo gli animali rilasciano 97.000 libbre di feci. “La maggior parte dell’acqua utilizzata per l’abbeveraggio e la manutenzione del bestiame ritorna nell’ambiente sotto forma di letame e acque reflue. Gli escrementi del bestiame contengono una quantità considerevole di nutrienti [azoto, fosforo, potassio], residui di farmaci, metalli pesanti e agenti patogeni”.H. Steinfeld, et al., “Livestock’s Long Shadow: Environmental Issues and Options,” Livestock, Environmental and Development (2006), page 136Questi prodotti di scarto entrano nei ruscelli e nei fiumi, inquinando le fonti d’acqua e causando epidemie che colpiscono tutte le specie.

Proprio come ci ha fatto notare il Buddha, stiamo mangiando la carne dei nostri figli e nipoti. Stiamo mangiando la carne delle nostre madri e dei nostri padri. Stiamo mangiando il nostro stesso pianeta Terra. Il Sutra della Carne del Figlio deve essere disponibile per l’intera razza umana per imparare e praticare.

La raccomandazione dell’ONU è chiara: “L’impatto ambientale per unità di produzione di bestiame deve essere dimezzato, solo per evitare di aumentare il livello di danno oltre quello attuale”.H. Steinfeld, et al., “Livestock’s Long Shadow: Environmental Issues and Options,” Livestock, Environmental and Development (2006). page XXDobbiamo ridurre almeno il 50% dei prodotti dell’industria della carne, e questo significa che dobbiamo consumare il 50% in meno di carne. L’ONU riferisce inoltre che anche se l’allevamento del bestiame si riduce del 50%, dobbiamo comunque usare nuove tecnologie per aiutare il resto dell’allevamento a creare meno inquinamento, come la scelta di diete animali che possano ridurre la fermentazione enterica e le conseguenti emissioni di metano, ecc.

Un’azione urgente deve essere intrapresa a livello individuale e collettivo. Come famiglia spirituale e famiglia umana, possiamo tutti contribuire ad evitare il riscaldamento globale con la pratica del mangiare consapevole. Diventare vegetariani può essere il modo più efficace per combattere il riscaldamento globale.

I praticanti buddisti hanno praticato il vegetarianesimo durante gli ultimi 2000 anni. Siamo vegetariani con l’intenzione di nutrire la nostra compassione verso gli animali. Ora sappiamo anche che mangiamo vegetariano per proteggere la terra, impedendo che il riscaldamento globale [cambiamento climatico] le causi danni gravi e irreversibili. Nel prossimo futuro, con l’aumento del riscaldamento globale [cambiamento climatico], tutte le specie soffriranno. Milioni di persone moriranno, e il livello del mare si alzerà e inonderà città e terre. Ne deriveranno molte malattie pericolose per la vita, e tutte le specie ne soffriranno le conseguenze.

Sia i praticanti monastici che i laici praticano il vegetarismo. Tuttavia, anche se il numero di praticanti laici che sono vegetariani al 100% non è così alto come quello dei praticanti monastici, essi praticano il consumo di pasti vegetariani per 4 giorni o 10 giorni al mese.

Thầy crede che non sia così difficile smettere di mangiare carne, se sappiamo che così facendo stiamo salvando il pianeta.

Le comunità laiche dovrebbero essere coraggiose e prendere l’impegno di essere vegetariane, almeno 15 giorni al mese. Se riusciamo a farlo, sentiremo un senso di benessere. Avremo pace, gioia e felicità fin dal momento in cui facciamo questo voto e impegno. Durante i ritiri organizzati negli Stati Uniti quest’anno, molti praticanti buddhisti americani hanno preso l’impegno di smettere di mangiare carne o di mangiarne il 50% in meno. Questo è il risultato del loro risveglio, dopo aver ascoltato i discorsi del Dharma sull’effetto serra. Prendiamoci cura della nostra Madre Terra. Prendiamoci cura di tutte le specie, compresi i nostri figli e nipoti.

Basta essere vegetariani e possiamo già salvare la terra. Essere vegetariani qui significa anche che non consumiamo latticini e uova, perché sono prodotti dell’industria della carne. Se smettiamo di consumare, loro smetteranno di produrre. Solo il risveglio collettivo può creare abbastanza determinazione per l’azione.

Questo dicembre 2007, Deer Park avrà il 100% di energia elettrica generata da energia solare per l’uso del monastero. Tutti i nostri monasteri nella tradizione di Plum Village in Europa e Nord America, stanno anche praticando la giornata senza auto una volta alla settimana, e migliaia di nostri amici la stanno praticando con noi. Abbiamo iniziato a usare meno auto e a utilizzare auto elettriche e vege-car (che funzionano con olio vegetale). Queste auto possono aiutare a ridurre del 50% la quantità di anidride carbonica rilasciata. Comprando una Toyota Prius, che usa metà gas e metà elettricità, possiamo evitare che circa 1 tonnellata di anidride carbonica entri nell’atmosfera ogni anno.

dairy-cows-milked

Tuttavia, secondo l’Università di Chicago, “essere vegano è più efficace nella lotta contro il riscaldamento globale; un vegano provoca circa 1,5 tonnellate in meno di anidride carbonica che entrano nell’atmosfera ogni anno rispetto a un mangiatore di carne….Potresti spendere più di 20.000 dollari per una Prius ed emettere comunque il 50 per cento in più di anidride carbonica di quanto faresti se solo rinunciassi a mangiare carne e altri prodotti animali” (Fight Global Warming by Going Vegetarian).Fight Global Warming by Going Vegetarian,” article from www.goveg.com.Vedete, mia cara famiglia spirituale? Essere vegetariani è già sufficiente per salvare il mondo. Chi di noi non ha provato il gusto delizioso dei cibi vegetariani? Solo quando siamo troppo abituati a mangiare carne non possiamo vedere questa verità.

Questa sera, quando inizieremo il ritiro, tutti saranno informati che non useremo latticini e uova durante tutto il ritiro. D’ora in poi, tutti i nostri ritiri e, naturalmente, tutti i nostri centri di pratica in Asia, Europa e Nord America saranno condotti in questo modo. Thầy ha fiducia che i praticanti laici capiranno e sosterranno con tutto il cuore. La nostra pratica attuale è quella di aiutare tutti a prendere coscienza del pericolo del riscaldamento globale, per aiutare a salvare la Madre Terra e tutte le specie. Sappiamo che se non c’è un risveglio collettivo, allora la terra e tutte le specie non avranno la possibilità di essere salvate. La nostra vita quotidiana deve dimostrare che siamo risvegliati.Thich Nhat Hanh, Mindfulness in the Marketplace – Compassionate Responses to Consumerism. Parallax Press, Berkely, California (2002).

Il 2 ottobre 2007, all’Università di San Diego, Thầy ha parlato della preoccupazione, della paura e della disperazione in relazione al pericolo del riscaldamento globale. Il numero di persone che si ammalano a causa della preoccupazione, della paura e della disperazione aumenta ogni giorno. Si rendono conto che se gli umani continuano a vivere nell’ambizione, nell’odio e nell’ignoranza, allora la terra e tutte le specie non avranno la possibilità di sfuggire a questo pericolo. Questa realizzazione e la paura possono sopraffare e paralizzare molte persone, e ci saranno quelli di noi che moriranno per malattia mentale, prima che il pericolo del riscaldamento globale abbia luogo completamente. Nel discorso sul Dharma, Thầy ha offerto la pratica insegnata dal Buddha: riconoscere e accettare la verità e non scappare da essa.

Il Buddha ci ha insegnato a praticare a osservare direttamente i semi della paura in noi, invece di cercare di coprirli o di fuggire da essi. Questa è la pratica dei cinque moniti:

polar-bear-on-receding-ice

1) Dovrò invecchiare.
2) Dovrò ammalarmi.
3) Dovrò morire.
4) Un giorno dovrò perdere le cose e le persone che oggi amo.
5) Quando il mio corpo si disintegra, non potrò portare nulla con me tranne le mie azioni di corpo, parola e mente – sono l’unica eredità che posso portare con me.

Quando possiamo praticare l’accettazione di queste verità in questo modo, avremo la pace e la capacità di vivere in modo sano e compassionevole – senza più causare sofferenza a noi stessi e agli altri. Quando le persone con il cancro o l’AIDS vengono diagnosticate per la prima volta e viene loro detto che hanno solo 3 mesi o mezzo anno di vita, all’inizio reagiscono spesso con rabbia, rifiuto e disperazione. Non possono accettarlo. Tuttavia, una volta che possono accettare la verità, cominciano ad avere pace. Quando avranno la pace, avranno l’opportunità di praticare il vivere “profondamente” ogni momento della loro vita quotidiana. Come risultato, hanno la possibilità di vivere più a lungo, anche 15 anni in più.

Abbiamo l’esempio della sorella Dam Nguyen di Hanoi. Un anno è venuta a Plum Village con l’intenzione di vivere con Thầy e il Sangha per qualche mese, poi sarebbe tornata ad Hanoi per morire. Il medico le disse che poteva vivere solo altri 3-4 mesi. Quando è arrivata a Plum Village, le sorelle le hanno suggerito di andare da un medico, ma lei ha rifiutato. Non sentiva il bisogno di vedere un dottore. Accettò la sua morte e visse con tutto il cuore ogni momento che ebbe con il Sangha durante quei tre mesi. Quando il suo visto stava per scadere, si congedò dal Sangha. Una sorella maggiore le suggerì di vedere un medico “solo per controllare” cosa fosse successo al suo cancro. Sorella Dam Nguyen accettò, per compiacere quella consorella. Il medico la informò che tutti i siti metastatici nel suo corpo si erano ritirati in un solo punto e che stava molto bene. La nostra sorella è tornata ad Hanoi con grande gioia. Sono passati 14 anni da quando ha lasciato Plum Village per Hanoi, e continua a vivere.

Il Buddha ha insegnato che tutti i fenomeni sono impermanenti; c’è la nascita, poi c’è la morte. Anche la nostra civiltà è così. Nella storia della Terra, molte civiltà sono finite. Se la nostra civiltà moderna viene distrutta, anch’essa seguirà la legge dell’impermanenza. Se la nostra razza umana continua a vivere nell’ignoranza e nel baratro senza fondo dell’avidità come adesso, allora la distruzione di questa civiltà non sarà molto lontana. Dobbiamo accettare questa verità, proprio come accettiamo la nostra morte. Una volta che possiamo accettarla, non reagiremo più con rabbia, negazione e disperazione. Avremo la pace. Una volta che avremo la pace, sapremo vivere in modo che la terra abbia un futuro; in modo da poterci riunire in spirito di fratellanza e sorellanza e applicare la tecnologia moderna a nostra disposizione, per salvare il nostro amato pianeta verde. In caso contrario, moriremo di angoscia mentale, prima che la nostra civiltà finisca davvero.

tree-eating-temple

Nostra madre, la Terra, il pianeta verde, ha sofferto per il modo violento e ignorante di consumare dei suoi figli. Abbiamo distrutto la nostra Madre Terra come un tipo di batterio o virus che distrugge il corpo umano, perché anche la Madre Terra è un corpo. Naturalmente, ci sono batteri che sono benefici per il corpo umano. Trilioni di questi batteri sono presenti in noi, specialmente nel nostro sistema digestivo (conosciuti come flora intestinale normale). Proteggono il corpo e aiutano a generare enzimi necessari a noi. Allo stesso modo, anche la specie umana può essere un organismo vivente che ha la capacità di proteggere il corpo della Madre Terra, se la specie umana si risveglia e sa vivere con responsabilità, compassione e amorevolezza. Il buddismo è nato perché noi imparassimo a vivere con responsabilità, compassione e amorevolezza. Dobbiamo vedere che siamo in relazione con la nostra Madre Terra, che viviamo con lei e moriamo con lei.

La Madre Terra è passata attraverso una rinascita molte volte. Dopo la grande inondazione causata dal riscaldamento globale, forse solo una piccolissima parte della razza umana sopravviverà. La terra avrà bisogno di più di un milione di anni per recuperare e rivestirsi di un nuovo intero, bellissimo manto verde, e un’altra civiltà umana avrà inizio. Quella civiltà sarà la continuazione della nostra civiltà. Per la specie umana, un milione di anni è un tempo molto lungo, ma per la terra e nel tempo geologico, un milione di anni non è niente, è solo un breve periodo di tempo. In definitiva, tutte le nascite e le morti sono solo fenomeni superficiali. Nessuna nascita e nessuna morte sono la vera natura di tutte le cose. Questo è l’insegnamento della Via di Mezzo nel Buddismo. Questa lettera è già lunga, quindi Thầy non vuole approfondire questo insegnamento. Il ritiro è iniziato, e in un’altra mezz’ora, Thầy si unirà al Sangha. Thầy augura a tutti voi pace e pratica profonda.

Con amore e fiducia,
Thầy

Fonti: US Department of Agriculture, Economics Statistic System, “Livestock Slaughter, 2001 Annual Summary“.
__________________________________________
(le fonti sono incomplete, e per la maggior parte, in inglese)

Contribuisci a questa conversazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Sharings
Inline Feedbacks
View all comments
Nascondi Trascrizione

What is Mindfulness

Thich Nhat Hanh January 15, 2020

00:00 / 00:00
Mostra Nascondi Trascrizione Chiudi